Valutare l'intelligenza - tam tam 52 - 2019

di

È piuttosto comune nelle pratiche di Selezione e di Valutazione del Potenziale che tra i requisiti di accesso in un’azienda o per la promozione a posizioni di maggiore responsabilità figuri l’intelligenza. Le modalità in cui tale requisito viene esplicitato sono in genere diverse da azienda ad azienda potendo assumere la forma di competenze generiche di problem solving o di dimensioni più specifiche come l’analisi e la sintesi per arrivare al pensiero sistemico o al pensiero creativo. Indipendentemente dal modo e dalla varietà in cui l’intelligenza viene descritta e declinata viene però esplicitata in genere con chiarezza, l’importanza di tale attitudine ed in molti casi, soprattutto afferenti ai contesti di selezione, l’esistenza di una soglia di base al di sotto della quale scartare o considerare le persone come rispondenti alle attese. E’ intelligente o non è intelligente e dunque è idoneo o non idoneo. Data l’importanza di tale tema è obiettivo di questo nostro contributo fare il punto delle riflessioni e delle ricerche che sul tema sono state condotte al fine di chiarire cosa si intenda oggi per intelligenza e quali possano essere i modi migliori per apprezzarla e misurarla.

412 Visite

Contatti

  • Via Cornelio Magni, 39
    00147 - Roma (Rm)

    Tel. 06 5124567 - 06 51604665
    Fax 06 51884150
     
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per favore inserisci il nome
Per favore inserisci il telefono
Per favore inserisci una e-mail Indirizzo e-mail non valido
Per favore inserisci il tuo messaggio
Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del DLgs 196/2003 e del Reg. UE 2016/679.
Leggi l'informativa