La gestione del Potenziale - tam tam 31 - 2009

di Floriana Orazi

Se la valutazione del potenziale è un'attività importante per le informazioni che fornisce circa le risorse disponibili in azienda nel breve e nel medio termine per la copertura delle posizioni di interesse, ben più rilevante è però la gestione del potenziale, essendo tale attività fondamentale per il mantenimento del capitale umano che, in molte realtà, si configura come un vero e proprio asset aziendale, da preservare e sviluppare. Ma è possibile fare ciò? E' cioè possibile agire sulle persone al fine di mantenere o sviluppare il loro potenziale?

Per rispondere a questa domanda abbiamo ancora una volta fatto appello alle ricerche longitudinali, prime fra tutte quella condotta all'AT&T negli anni compresi tra il 56 ed il 68. La particolarità di tale ricerca, che la rende davvero unica, è la scientificità con cui è stata impostata e condotta, non essendo le valutazioni scaturite dall'Assessment state utilizzate per determinare le successive promozioni. La ricerca prevedeva un Assessment su circa 250 persone ed il successivo monitoraggio di tali persone per ben sette anni, con interviste annuali di verifica delle condizioni di vita privata e di lavoro. Le domande cui tale ricerca consente di rispondere sono almeno due: possono le condizioni di lavoro in cui mettiamo le persone influire sullo sviluppo delle potenzialità? possono gli stili di vita che le persone adottano determinare un mutamento nel livello di potenziale?

1409 Visite

Contatti

  • Via Cornelio Magni, 39
    00147 - Roma (Rm)

    Tel. 06 5124567 - 06 51604665
    Fax 06 51884150
     
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per favore inserisci il nome
Per favore inserisci il telefono
Per favore inserisci una e-mail Indirizzo e-mail non valido
Per favore inserisci il tuo messaggio
Acconsento al trattamento dei dati ai sensi del DLgs 196/2003 e del Reg. UE 2016/679.
Leggi l'informativa