Obiettivi

Discernere quali elementi del proprio lavoro possono e non possono essere delegati, scegliere con efficacia le persone di cui fidarsi, impostare un piano di delega e di controllo, così come sviluppare la sensibilità circa i limiti emotivi personali che possono ostacolare un corretto uso di tale strumento, costituiscono delle abilità di base che tuttavia non sempre un capo utilizza nel modo più efficace.

Finalità di questo Corso è per l'appunto focalizzare l'attenzione su tali aspetti con la finalità di:

    • sviluppare la capacità di ciò che nel proprio ambito può e non può essere delegato
    • impostare un piano di delega corredato da un piano di controllo  
    • sviluppare la capacità di leggere le motivazioni e attitudini dei collaboratori ed assegnare delle responsabilità coerenti alle rispettive abilità.

A chi si rivolge 

Il Corso è destinato a tutti i Capi che gestiscono persone o sono in procinto di acquisire il coordinamento di Risorse Umane e cioè a Capi già da tempo nel ruolo che desiderano affinare l'utilizzo di tale strumento o a Capi neo nominati che desiderano riflettere sul modo in cui impostare il rapporto con i loro collaboratori.  Discernere quali elementi del proprio lavoro possono e non possono essere delegati, scegliere con efficacia le persone di cui fidarsi, impostare un piano di delega e di controllo, così come sviluppare la sensibilità circa i limiti emotivi personali che possono ostacolare un corretto uso di tale strumento, costituiscono delle abilità di base che tuttavia non sempre un capo utilizza nel modo più efficace.

Durata

Due giorni.

Metodologia

Il Corso ha carattere teorico pratico alternando momenti di lezione e sistematizzazione teorica, a momenti di esercitazione pratica. Nel particolare nelle esercitazioni verranno analizzate le responsabilità di ciascuno con la successiva scomposizione delle stesse in funzione della possibilità di delega. Alle responsabiltà non delegabili, verranno per ciascuno individuate le incombenze delegabili, distinguendo, tra di esse, quelle su cui esercitare un più stretto controllo e quelle su cui allentare la morsa delle verifiche.  

Contenuti

L’evoluzione del ruolo di Capo: da manager a leader 

Significato di delega

    • rischi
    • opportunità

La propensione alla delega del delegante

    • fattori emotivi individuali e caratteriali
    • fattori legati alla natura del lavoro 

La propensione alla delega del delegato

    • la motivazione
    • il carico di lavoro

Fasi della delega

    • scelta del delegato
    • definizione dei risultati attesi
    • definizione delle responsabilità e dei vincoli
    • controllo dei risultati

Contenuti della delega

    • cosa delegare
    • cosa non delegare 

La scelta del delegato

    • tipologie di collaboratori
    • criteri di scelta

Sistemi di controllo

    • prima
    • durante
    • dopo  

La delega e gli stili di leadership

    • i quattro fondamentali stili di leadership
    • i gradi di maturità dei collaboratori
    • con quali collaboratori ed in quali fasi utilizzare la delega

Contatti

  • Via Cornelio Magni, 39
    00147 - Roma (Rm)

    Tel. 06 5124567 - 06 51604665
    Fax 06 51884150
     
    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Leggi l'informativa